Gestione della solidarietà nei contratti di locazione

Contratti di locazione con più parti

Il contratto di locazione è un accordo tra due o più parti per regolare un rapporto giuridico patrimoniale. Spesso, i contratti di locazione coinvolgono più di due soggetti, con più locatori che possono essere comproprietari dell’immobile e più conduttori, spesso appartenenti allo stesso nucleo familiare.

 

Litisconsorzio necessario

La questione cruciale sorge quando uno dei conduttori non adempie agli obblighi di pagamento e si rende necessaria un’intimazione di sfratto. In questo caso, a chi deve essere notificata l’intimazione? Se il coinquilino moroso è considerato unico responsabile? La giurisprudenza si è divisa su questo punto.

 

Ruolo della Cassazione

La Cassazione, con la sentenza n. 1650 del 28 gennaio 2015, ha stabilito che ogni comproprietario ha il diritto di agire o resistere in giudizio per la tutela della cosa comune, anche senza il consenso degli altri partecipanti. Questo principio è derivato dalla sentenza n. 11134 del 4 luglio 2012, che ha chiarito che la locazione da parte di uno dei comproprietari rientra nell’ambito della gestione di affari. Di conseguenza, per la parte locatrice non è necessario il litisconsorzio.

 

Litisconsorzio necessario per la parte conduttrice

Tuttavia, per la parte conduttrice la situazione è diversa. Se il contratto di locazione coinvolge più conduttori, il proprietario che desidera avviare un procedimento di convalida di sfratto o qualsiasi altra procedura locativa deve coinvolgere tutti i conduttori, applicando il litisconsorzio necessario secondo l’art. 102 c.p.c.

 

Ruolo attivo e passivo

La normativa distingue tra il lato attivo e passivo del rapporto. È importante garantire a ogni conduttore la possibilità di sollevare eccezioni difensive e di usufruire delle facoltà previste dalla legge, come ad esempio il termine di grazia per sanare la morosità locatizia.

 

Conclusioni

In conclusione, in caso di più conduttori, ognuno di essi deve essere citato in giudizio con la duplicazione di tutti gli atti notificativi ed esecutivi. Il proprietario deve valutare attentamente questa situazione prima di avviare qualsiasi procedura.

Recommended Posts