Rapporti tra locatore e subconduttore

locazione e subconduttore

Nell’ambito dei contratti di locazione, una figura spesso trascurata ma di vitale importanza è quella del subconduttore. La complessità dei rapporti tra locatore, conduttore e subconduttore viene delineata dall’art. 1595 del codice civile italiano, che regola gli obblighi e i diritti delle parti coinvolte. In questo articolo esamineremo attentamente le implicazioni di questa normativa, concentrandoci sulle azioni dirette del locatore verso il subconduttore e sulle questioni di responsabilità e obblighi contrattuali.

L’Azione Diretta del Locatore

Secondo l’art. 1595 c.c., il locatore ha il diritto di agire direttamente contro il subconduttore per richiedere il pagamento del prezzo della sublocazione e per far rispettare le altre obbligazioni derivanti dal contratto di sublocazione. Questo diritto è concesso senza pregiudizio dei diritti del locatore nei confronti del conduttore principale. In altre parole, il locatore può agire direttamente contro il subconduttore per recuperare il pagamento della sublocazione ancora dovuto al momento della richiesta giudiziale.

 

Interpretazioni e Spiegazioni

Questa azione diretta del locatore verso il subconduttore può sembrare anomala e fuori dagli schemi tradizionali dei contratti di locazione. Alcuni studiosi, come il Provera, interpretano questa azione come un’accettazione legale, simile all’accollo legale previsto dall’art. 1273 c.c. Secondo questa interpretazione, il subconduttore si accollerebbe, per legge, il debito residuo del conduttore principale nei confronti del locatore.

 

Responsabilità del Subconduttore

Il subconduttore, pertanto, diventa responsabile non solo verso il sublocatore, ma anche direttamente verso il locatore principale per l’adempimento delle obbligazioni contrattuali. Questo implica che il locatore può richiedere non solo il pagamento del prezzo della sublocazione, ma anche il rispetto di altre obbligazioni previste nel contratto di locazione.

 

Eccezioni Opponibili al Locatore

Tuttavia, il subconduttore ha il diritto di opporre al locatore le stesse eccezioni che avrebbe potuto opporre al sublocatore. Questo principio si basa sul fatto che qualsiasi cambiamento nel soggetto a cui è dovuta la prestazione non può pregiudicare la posizione del debitore. Pertanto, il subconduttore può eccepire eventuali estinzioni dell’obbligazione del conduttore principale, come il pagamento o la remissione del debito.

Obblighi Residui del Conduttore Principale

È importante sottolineare che, nonostante l’azione diretta del locatore verso il subconduttore, il conduttore principale resta comunque responsabile nei confronti del locatore per l’adempimento delle obbligazioni contrattuali. Questo significa che il conduttore è tenuto, attraverso il subconduttore, al rispetto di tutte le altre obbligazioni previste nel contratto di locazione.

 

Conclusioni

In conclusione, l’art. 1595 c.c. stabilisce un regime complesso di rapporti tra locatore, conduttore e subconduttore. L’azione diretta del locatore verso il subconduttore rappresenta una deroga ai principi generali del diritto contrattuale, ma è giustificata dalla necessità di garantire il rispetto degli obblighi contrattuali da parte di tutte le parti coinvolte. È fondamentale comprendere le implicazioni di questa normativa per evitare controversie e garantire il corretto funzionamento dei contratti di locazione.

Recommended Posts